Psicodiagnosi

Il  processo diagnostico è indispensabile per mettere a fuoco il problema del paziente e orientare il trattamento.

A tal fine oltre ai colloqui, condotti con tatto ed empatia, a volte può essere utile l’utilizzo di alcuni test.

Quando i test sono ritenuti necessari vengono proposti al paziente, spiegandone la funzione, e se d’accordo utilizzati.

Alla fine della Psicodiagnosi c’è il momento della restituzione, in cui viene spiegato quanto emerso e con che tipo di trattamento si ritiene più idoneo intervenire.

In genere questa prima parte richiede circa tre o quattro incontri, più se necessario la somministrazione dei test.

Consulenze tecniche giudiziali

Si tratta di consulenze in cui la professionista, attraverso l’utilizzo di differenti strumenti fornisce un parere in un ambito specifico.

La CTP (Consulenza Tecnica di Parte) può avvenire in campo sia civile ( per esempio nell’ambito di una separazione, di un divorzio, di un affidamento minorile) che in campo penale (in casi di maltrattamenti, abusi..).

In altri ambiti si può trattare di consulenze tecniche psicodiagnostiche rispetto ad alcune idoneità rispetto a interventi medici per cui è richiesto anche questo tipo di parere ( per esempio la chirurgia dell’obesità) o rispetto ad alcuni percorsi professionali (consulenza di orientamento).

Gruppi di sostegno

Si tratta di un ciclo di incontri di gruppo per affrontare specifiche tematiche riguardanti particolari momenti di vita:

  • gravidanza
  • nascita
  • adolescenza
  • separazione
  • lutti
  • rielaborazione traumi, ecc..)
  • o nuovi ruoli da dover gestire (caregivers, genitori, insegnanti..).

Il gruppo offre importanti momenti di confronto e rispecchiamento utili per far emergere nuove possibilità e risorse in ognuno, attraverso la mediazione della risonanza emotiva tra i partecipanti e la rielaborazione da parte della Terapeuta.

Diversa è la Psicoterapia di Gruppo, che è un percorso terapeutico svolto non solo in gruppo, ma con il gruppo.

In questo caso il gruppo viene opportunamente selezionato dalla Terapeuta in quanto la psicoterapia di gruppo non è adatta a tutte le condizioni di disagio psicologico e qualora lo sia è importante che la persona sia adatta a quello specifico gruppo e viceversa.

L’analisi delle dinamiche che accadono nel gruppo,l’esame del ruolo e della posizione del singolo rispetto ad esse permettono di comprendere più a fondo e di attivare un processo trasformativo rispetto le problematiche di ogni paziente.

In entrambi i casi i gruppi vengono attivati al raggiungimento minimo di 5 partecipanti.

Psicoterapia di coppia

E’ un percorso attraverso il quale si lavora sulla relazione che vivono i due partner.

Lo scopo è quello di aiutare le due persone a prendere consapevolezza della dinamica che li porta a mettere in atto certi comportamenti e del riconoscerla per poterla eventualmente modificare, ristabilendo quelle risorse che permettono al legame di essere fonte di benessere.

E’ importante sottolineare che l’obiettivo non è quello di tenere assieme la coppia a tutti i costi, ma di aumentare la consapevolezza del legame.

Anche in questo caso gli strumenti utilizzati sono l’ascolto, la relazione e la parola.

Psicoterapia individuale

E’ un percorso che paziente e terapeuta costruiscono insieme per far emergere gli aspetti più profondi del sè della persona e dare un significato alla sua sofferenza.

Attraverso l’analisi dei disagi emotivi, più o meno manifesti, e delle problematiche relazionali si cerca di raggiungere una maggior consapevolezza delle proprie dinamiche interne e di mettere in atto processi trasformativi utilizzando al meglio le proprie risorse.

Lo strumento principale è la relazione che si crea attraverso un’interazione profonda e autentica e le emozioni che si condividono insieme in un ambiente protetto.

E’ un servizio rivolto sia a pazienti adulti che a pazienti adolescenti.

Colloqui di sostegno

Si  tratta di incontri che hanno la funzione di sostenere il paziente, rafforzando le sue difese e aiutandolo a reperire le risorse necessarie per superare momenti di transitoria difficoltà legati alla vita affettiva o sentimentale.

Lo scopo è quello di offrire alla persona un luogo “sicuro” dove la propria sofferenza può essere accolta e condivisa senza pregiudizi.

Attraverso la relazione empatica che si instaura, si cerca di promuovere la conoscenza di sè, facilitando la comprensione dei propri bisogni e favorendo l’emergere delle proprie capacità adattive.

E’ un servizio rivolto a pazienti adulti, adolescenti e alle coppie genitoriali.